Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Friedkin dà l’ok a Fonseca

Contatto telefonico tra il neo presidente e l’allenatore portoghese

Dan e Ryan Friedkin nei giorni scorsi hanno avuto un contatto telefonico diretto con mister Fonseca dopo che si erano interfacciati esclusivamente col Ceo Fienga. Il nuovo presidente ha voluto salutare il tecnico portoghese e ribadirgli la fiducia in vista dell’inizio del campionato e far capire che la proprietà è intenzionata ad essere più che vicina alla squadra. In questi primi passi la famiglia Friedkin ha adottato un profilo più basso dal punto di vista mediatico: ci si è voluti limitare ad un comunicato stampa.

Il programma stilato dagli imprenditori di Houston prevede lo sbarco nella Capitale dopo la prima settimana di settembre in modo da presenziare alla prima di campionato. Incassata la fiducia del presidente Fonseca, ieri, ha diretto il secondo allenamento di stagione senza tutti i convocati dalle nazionali. Per oggi è stata fissata una doppia seduta. Questo è stato un weekend interlocutorio per l’argomento calciomercato con la dirigenza giallorossa che sta lavorando in particolare sulle cessioni. I nomi più caldi in uscita sono quelli di Schick e Kolarov destinati a salutare definitivamente. Per il serbo va limato qualche dettaglio, mentre per il ceco si aspetta che il Bayer Leverkusen ritocchi leggermente l’offerta e si avvicini a quota 29 milioni.

C’è ancora da lavorare sul fronte Jesus-Genoa: le società hanno appena iniziato a parlare. De Sanctis, poi, sta tentando di piazzare Santon e Karsdorp che ha richieste dall’Inghilterra. Qualche giorno fa a Trigoria è stato ricevuto Darko Ristic, agente di Vlahovic, che vorrebbe lasciare la Fiorentina. Il procuratore ha fatto sapere che la richiesta del club Viola è di 25-30 milioni di euro. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa