Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Fonseca: “Ho visto una reazione forte. La dirigenza sta lavorando per migliorare la squadra”

Le parole dell’allenatore giallorosso

Paulo Fonseca, allenatore della Roma, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo l’amichevole pareggiata 2-2 contro il Cagliari:

Fonseca a Roma Tv

Una bella reazione della Roma nel secondo tempo.
“Devo dire che offensivamente mi è piaciuto anche il primo tempo. Non abbiamo fatto gol ma abbiamo fatto bene. Poi abbiamo sbagliato nella prima situazione in cui il Cagliari si è avvicinato alla nostra porta. Anche difensivamente siamo andati bene, il Cagliari non aveva creato granché. Nel secondo tempo ho visto una reazione forte, sono segnali positivi”.

Cosa le è piaciuto di più della preparazione?
“Dobbiamo sempre lavorare per imparare ma in questa preparazione oggi è la prima volta che abbiamo praticamente tutti. Vedo dei segnali positivi. La squadra non è definitiva, abbiamo giocato con calciatori che partiranno e ne devono arrivare altri nuovi. Ho parlato con il presidente e con Fienga, stiamo lavorando per migliorare la squadra e siamo d’accordo sulle soluzioni da prendere”.

Che giocatore è Mkhitaryan? L’armeno è già in forma.
“Molto intelligente, può giocare in più ruoli ed è in un buon momento. Ma abbiamo anche altri giocatori che stanno giocando bene”.

Hai cambiato sistema di gioco tra primo e secondo tempo.
“Sì, è una cosa che voglio fare nel corso della stagione. La squadra si è trovata bene e possiamo giocare oltre il modulo. Mi è piaciuta la squadra con 4 difensori e abbiamo fatto una buona partita offensiva. Per me è importante che la squadra abbia fiducia”.

L’impatto con i Friedkin?
“Molto positivo. E’ importante avere il presidente vicino alla squadra, che veda come lavoriamo. Sono motivati come lo siamo noi e stanno lavorando per migliorare la Roma”.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra