Resta in contatto

Rassegna Stampa

Rangnick: “Non vado alla Roma”. I perché del no

Il tedesco si sfila dalla corsa per la scrivania giallorossa

Tra i Friedkin e Rangnick c’è stato un leggero flirt, che non è sbocciato in vero e proprio amore. Il tedesco, tra i primi uomini di calcio consultati dalla nuova proprietà della Roma, non verrà assunto come direttore sportivo. Semplicemente non collimavano le esigenze.

Lo ha spiegato lo stesso Rangnick in un’intervista a ElPais: “Non so se mi senta più dirigente o più allenatore, posso fare entrambi i ruoli. Ma nei grandi club la doppia responsabilità è difficile. Non sto trattando con la Roma. Non riesco a immaginare di andare a lavorare là adesso. Penso che i miei ultimi 14 anni, tra Hoffenheim e Lipsia, abbiano dimostrato cosa so fare. Posso avere successo quando sono più di un semplice allenatore, uno sviluppatore del club. La mia intenzione è di essere assunto da un club di tradizione, in Germania o in Inghilterra. Ma potrei anche lavorare come allenatore per un club ambizioso che parte da subito per vincere”. Alla Roma non serviva un trainager, ma un ds. Per il momento dunque, niente Rangnick, in futuro si vedrà. Lo riporta “Il Corriere dello Sport”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Max
Max
1 mese fa

Che notizia terribile … non dormirò più la notte dopo tanto sgomento … Ma sti ca…

Advertisement

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Agostino DIBBBA il capitano di quando ero bambino..il primo capitano che ho visto allo stadio !!forse per questo ho un ricordo speciale!!!assurdo come..."

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Hai ragione giocatori come Totti con il suo senso di appartenenza non esisteranno più in questo tipo di calcio FORZA ROMA SEMPRE"

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Te vojo bene Principe! Sei stato il mio idolo da ragazzino, dopo Falcao il giocatore che mi ha fatto innamorare della AsRoma e di Roma."

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Gli anni della Magica... indimenticabili momenti di sport ancora genuini con un allenatore maestro in tutti i sensi un grazie grande e sentito......"

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "L'anima della Roma"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Rassegna Stampa