Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Che affare Mayoral: la Roma ha trovato i suoi gol in leasing

Prestazione sontuosa dello spagnolo

Se ti dicono che la Roma ti vuole per farti fare la riserva di Dzeko, nella tua testa devono formarsi probabilmente due idee. La prima, declinare l’invito. La seconda è che dovrai essere pronto a sfruttare ogni singola occasione che ti verrà concessa. A 23 anni Mayoral ha scelto di rischiare. E con una certa determinazione, visto che il ragazzo da quando è sbarcato a Roma segna un gol ogni 119 minuti. Gli ultimi due ieri nel 3-1 al Crotone, la sua prima doppietta in Serie A e procurandosi pure il rigore del 3-0.

A luglio già si parlava di un suo sbarco a Roma. Ma alla Lazio, dove lo voleva il ds biancoceleste Tare. La Roma ci ha pensato davvero solo più tardi, a fine settembre. Quando la Roma ha deciso di trovare un giovane che potesse crescere alle sue spalle, è entrato in scena Davide Lippi, il figlio dell’ex ct, proponendo Mayoral.

A quel punto, il ceo Guido Fienga ha proposto il nome a Dan e Ryan Friedkin e poi, insieme ai nuovi proprietari, a Fonseca. Per regalarglielo però è servito lavorare ai fianchi il Real, anche con l’aiuto di Mayoral: perché il ragazzo aveva deciso che Roma doveva essere il suo destino. Lo scrive “La Repubblica”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa