Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il ds della Roma si schianta in auto

Paura per il direttore sportivo giallorosso

Serata di paura per Morgan De Sanctis, il direttore sportivo della Roma. All’uscita da Trigoria, l’ex portiere giallorosso è rimasto coinvolto in un incidente d’auto su via Cristoforo Colombo mentre stava tornando a casa.

La dinamica ancora non è stata resa nota: due i veicoli coinvolti, quello di De Sanctis e un’auto con a bordo due ragazzi, un uomo ed una donna. Da chiarire se vi sia stato un passaggio col rosso, se i semafori fossero funzionanti e la velocità delle due auto. Le prime informazioni riferiscono che alle 22.10 è giunta una richiesta al numero unico per le emergenze, 112, per un’ambulanza e per i vigili urbani all’altezza di via dei Georgofili. La richiesta poco dopo è stata annullata. Nel sinistro i due ragazzi a bordo sono rimasti fortunatamente illesi, mentre chi ha avuto la peggio è stato proprio De Sanctis il quale, sceso dal proprio veicolo, spaventato e sotto shock, avrebbe però detto a più riprese di sentirsi bene e di non avere bisogno di soccorso.

Solo dopo le insistenze della chiamata dei presenti, il Ds romanista avrebbe deciso di farsi comunque controllare e avrebbe preso un taxi per recarsi a Villa Stuart, per poi essere trasportato al Policlinico Agostino Gemelli. La diagnosi riporta di fratture multiple alle costole dorsali e, dopo gli accertamenti, è stato necessario un intervento d’urgenza a causa di una serie di emorragie interne e per l’asportazione della milza. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa