Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Allarme tifosi vicino allo stadio

Allerta per l’accompagnamento alla sfida dell’Olimpico

Sarà un derby strano, senza tifosi sugli spalti, il primo dall’inizio della pandemia che ha stravolto il mondo. La stracittadina della capitale non si gioca infatti dal 26 gennnaio 2020, una vita fa: l’assenza dei sostenitori, però, non cancella del tutto le preoccuazioni in chiave ordine pubblico. Il timore di chi deve garantire che tutto fili liscio è che le due tifoserie vogliano “scortare” i pullman delle rispettive squadre fino al cuore dello Stadio Olimpico, con il rischio di trovarsi poi nei paraggi durante la partita.

L’obiettivo principale è dunque il blocco di ogni tipo di riunione sotto l’impianto del Foto Italico, che potrebbe dare vita a scontri e ai tanto temuti “assembramenti”. E mentre le autorità tengono d’occhio anche il web, l’altro luogo caldo è Trigoria: i tifosi giallorossi potrebbero aspettare al Centro Sportivo la partenza dei giocatori in direzione Stadio Olimpico, situazione che non preoccupa dal punto di vista dell’ordine pubblico ma che potrebbe dare a un derby mai così spento quel piccolo tocco di calore consentito, con i sostenitori giallorossi pronti a suonare la carica in vista di un momento già molto positivo. La Lazio sta invece cercando di allestire una sorta di show per provare ad illuminare un Olimpico tristemente vuoto. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa