Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il derby della svolta

I giallorossi vogliono l’intera posta in palio

Quella di questa sera sarà una Roma nuova nei derby, almeno rispetto ai due precedenti, entrambi finiti 1-1. Timida e fragile nella gara di andata, spavalda ed efficace il ritorno. Il modulo però era ancora il 4-2-3-1, accantonato qualche giornata dopo per far spazio al 3-4-2-1, che anche a detta dei giocatori dà più sicurezze alla squadra. Fonseca lo scorso anno ha scelto di cambiare ad un mese dalla fine del campionato, quando ormai il quarto posto era lontano, progettando per il futuro.

Ha rilanciato Spinazzola a sinistra e Karsdorp a destra, e richiesto a gran voce Smalling per costruirgli intorno la difesa. I due trequartisti dietro alla punta per non far morire di solitudine Dzeko, ma la grande sorpresa è Villar play, che a differenze di Diawara (il titolare dello scorso anno), ha facilitato l’uscita dal basso. Questa sera contro la Lazio Fonseca riconfermerà l’undici che ha pareggiato con l’Inter, ma con un Pedro in più pronto a partire dalla panchina. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa