Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Pau ha salvato la Roma dall’onta: senza di lui sarebbe stata goleada

Lo spagnolo nel secondo tempo ha compiuto almeno tre interventi decisivi

Nelle tempesta si è salvato solo il criticatissimo Pau. È questa la fotografia di un derby da cancellare per la Roma: uscire dal campo con il proprio portiere che conquista la palma di migliore tra gli 11 sconfitti in un 3-0 senza appello. Lopez è stato l’unico ad aver preso una sufficienza in pagella, grazie alla capacità di tenere la barra dritta nel momento di maggiore confusione. Se nel secondo tempo non avesse compiuto almeno tre interventi decisivi sui tiri di Milinkovic, Immobile e Caicedo, il pesante ko si sarebbe trasformato in una goleada. E invece lo spagnolo ha risposto presente, confermando quanto di buono s’era visto nelle ultime tre sfide contro Sampdoria, Crotone e Inter.

Pau non è “una radiolina” (come Gianluca Mancini gli aveva chiesto di essere durante Roma-Cagliari, quando entrò per sostituire l’infortunato Mirante), ma un portiere può trasmettere tranquillità in tanti modi. Anche con i suoi silenzi che ispirano tranquillità al posto della frenesia. Dovrà certamente affinare la timidezza, nel frattempo ha lavorato molto su sé stesso per scacciare via paure e pressione. È un primo passo. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa