Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Giallorossi a un passo da Reynolds

Il terzino statunitense ad un passo dal vestire il giallorosso

Un tira e molla che va avanti dalla settimana prima di Natale e che ora vede la Roma nuovamente in pole position. La trattativa per Reynolds è quella su cui la società guidata dai Friedkin si è spesa maggiormente durante il mercato invernale e l’offensiva giallorossa partita dal sabato all’indomani del derby ha finalmente portato i primi frutti.

Tiago Pinto nelle ultime ore ha avuto altri contatti con l’Fc Dallas e ha incrementato l’offerta per il cartellino del laterale destro difensivo fino a quasi 8 milioni (prestito e riscatto a 6,5, al giocatore 700mila a stagione più bonus), una proposta sensibilmente più alta rispetto a quella della Juventus, che pensava di avere il calciatore in pugno prendendolo in sinergia con il Benevento, che in caso di salvezza lo avrebbe tenuto per un’altra stagione in prestito.

Sfruttando qualche leggero rallentamento quando erano già stati stilati i documenti per concludere l’affare la Roma si è riportata in una posizione di vantaggio rispetto ai bianconeri e ora sta aspettando il sì definitivo di Reynolds e del suo agente, sul quale c’è una forte pressione anche da parte della società texana di MLS, il cui proprietario ha un rapporto d’amicizia personale con Dan Friedkin.

Anche la parte contrattuale relativa al giocatore è stata incrementata rispetto a quanto messo sul piatto nei contatti di domenica scorsa: entro il weekend il futuro di Reynolds dovrebbe essere chiaro in maniera definitiva. Lo scrive “Il Tempo”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa