Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La difesa baby all’esame verità contro la Juve

Senza Smalling, la difesa giallorossa a Torino sarà giovanissima

Una difesa così giovane la Roma probabilmente non ce l’ha mai avuta. Almeno prima di quest’anno, quando si è deciso di investire su dei prospetti che potessero diventare futuri campioni. Così sabato prossimo, in casa della Juventus, Fonseca si presenterà con il terzetto arretrato formato da Mancini, Ibanez e Kumbulla. Una media di 22 anni.

È chiaro come il terzetto di baby sia una scelta obbligata per Fonseca, a causa dell’infortunio riportato da Smalling contro il Verona. E, anche per la squalifica di Pellegrini e l’infortunio di Pedro, due situazioni che probabilmente porteranno l’allenatore della Roma a dover schierare Cristante in mezzo al campo.

E la prima volta che il terzetto di giovani è andato in campo insieme è successa proprio contro la Juventus, all’andata, in una partita finita 2-2 ed in cui la Roma avrebbe meritato probabilmente qualcosa in più del pareggio. Poi il terzetto è stato schierato anche la partita dopo a Udine (vittoria per 1-0, gol di Pedro) e in casa del Milan (rocambolesco 3-3). Infine, ovviamente, anche domenica scorsa contro il Verona, quando Smalling ha alzato bandiera bianca ed al suo posto è subentrato Kumbulla (dopo appena 12 minuti di gioco). Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa