Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma eterna incompiuta

Una costante negativa nella stagione dei giallorossi

Nero come il cielo della domenica di Roma. E’ questo l’umore nell’ambiente capitolino dopo la sconfitta contro la Juventus. Se poi arriva in questo modo fa ancora più male. Sabato, contro la versione più “giocabile” della Vecchia Signora degli ultimi dieci anni, gli uomini di Fonseca hanno provato a dare lezioni di calcio: possesso palla, dominio territoriale e tanti tiri. Tutto bellissimo, ma i bianconeri segnano e vincono.

Ormai è una brutta costante: dalla sconfitta di Napoli i giallorossi perdono tutti gli scontri diretti o al massimo li pareggiano nel finale come contro l’Inter, rischiando di vanificare invece tutto il buonissimo percorso contro le “piccole”. Si evidenziano ancora una volta limiti di personalità e di fragilità difensiva.

Fonseca rimane così perennemente sotto esame. Tiago Pinto è il suo primo alleato mentre i Friedkin osservano distaccati la situazione, supportati da Charles Gould che sta cercando nuovi manager per l’area ricavi. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa