Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

La Roma non cambia: fascia a Pellegrini

Nessun retromarcia sul tema fascia

Il capitano è Lorenzo Pellegrini: la Roma non torna indietro. Nonostante la richiesta inoltrata dal comitato di spogliatoio, composto dallo stesso Pellegrini e da altri quattro giocatori italiani (Mancini, Cristante, Spinazzola e Mirante) la società non ha cambiato idea. Dzeko può essere utilizzato liberamente da Fonseca, che ha totale autonomia nelle scelte tecnico-tattiche, ma la proprietà e la dirigenza hanno dettato la linea sulla questione più delicata e non intendono modificarla. Domenica contro l’Udinese, anche se Dzeko dovesse giocare titolare, la fascia finirà sul braccio di Pellegrini.

Ieri è stato un giorno di riflessioni in casa Roma. Sfruttando il mercoledì di riposo della squadra, i dirigenti si sono confrontati per capire come gestire la situazione: non ci saranno novità. La squadra è stata informata. Anche se Tiago Pinto aveva annunciato un provvedimento temporaneo, non era pensabile che la Roma annunciasse il cambio del capitano e dopo una settimana rivedesse la decisione su sollecitazione dei giocatori. Sarebbe passato un messaggio non corretto. Dzeko, da parte sua, ha apprezzato l’intervento dei compagni che hanno provato a ricomporre lo strappo. E continuerà ad allenarsi da professionista per recuperare il posto in squadra, nelle ultime settimane affidato a Borja Mayoral. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa