Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Fonseca e la Roma cercano la svolta

In attesa del Milan, a Trigoria si ragiona sui numeri di questa stagione

Un pareggio che non deve far perdere di vista l’obiettivo di qualificarsi alla prossima Champions League. Dopo lo 0-0 giocatori e staff della Roma hanno provato a staccare la spinta e a scrollarsi di dosso le scorie di una prestazione che non ha fatto piacere a nessuno. Alla ripresa degli allenamenti Fonseca proverà ad analizzare quali potevano essere le mosse migliori da attuare tatticamente per battere la squadra di Inzaghi. Ma la Roma dovrà ragionare anche sull’evidente differenza tra il rendimento casalingo e quello esterno. All’Olimpico sono arrivati 30 punti in 12 partite facendo 31 gol e subendone 13.

Lontano da casa appena 14 punti in 11 match con una media punti che scende a 1,27, la peggiore di tutte le big. Prima del campionato, però, c’è da sfidare il Braga. Ieri gli infortunati, più El Shaarawy e Mancini, si sono recati a Trigoria per allenarsi. Per Kumbulla si è diradato l’ottimismo degli scorsi giorni e difficilmente ci sarà, così come Calafiori. L’unico che dovrebbe recuperare è Cristante. L’infermeria, quindi, continua ad essere piena. Se la Roma dovesse passare il turno Fonseca si troverà ad affrontare altre 8 partite tra il 25 febbraio e il 28 marzo. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa