Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

De Rossi: “Molto contento del risultato”. Zalewski: “Ora testa all’Atalanta”

Villar

Il tecnico e il centrocampista giallorossi commentano la vittoria per 2-4 sul campo del Bologna nell’ultima giornata di campionato

Dopo la vittoria sul Bologna, è intervenuto ai microfoni del canale giallorosso il tecnico della Roma Primavera Alberto De Rossi. Le sue dichiarazioni:

Partita con qualche insidia, ma ottimo approccio.
“Sono molto contento, la squadra non sbaglia mai l’approccio. Noi abbiamo sbagliato solo Genova, poi abbiamo sempre affrontato tutte le partite con grande professionalità. Abbiamo sbagliato qualche secondo tempo. Oggi ci può stare il ritorno dell’avversario. Sono contento”.

Ottime risposte dai calciatori impiegati…
“Non abbiamo mai lavorato su 11 giocatori. Ma quando succede quello che succede a Darboe, Zalewski e ad altri, e fai giocare 35 giocatori, significa che il lavoro è stato fatto”.

Voleva fare cambi diversi?
“Ho fatto le scelte per la gara. Mi sembrava giusto dare una chance a Bamba, che fa sempre bene quando gioca. Ho cambiato sistema di gioco. Dietro avevamo delle defezioni e volevo vedere Oliveras fare il quinto, che è stato il mattatore della gara”.

Rimpianti? Il match con l’Atalanta?
“C’è grande rammarico. Ci lamentiamo tanto con noi stessi, al di là di qualche decisione che ci ha un po’ danneggiato. Mi riferiscono ai nostri difetti dall’inizio, abbiamo fatto tanti cambiamenti. I calci da fermo ci hanno danneggiati. Abbiamo perso troppi punti”.

Anche Nicola Zalewski ha parlato al termine del match:

Approccio perfetto…
“Sì, chiudere il primo 3 -0 è sempre un ottimo risultato. In ottica fase finale dobbiamo toglierci il vizio di abbassare il ritmo nel secondo tempo. È uno dei pochi punti deboli, cerchiamo di migliorare”.

C’è stato un momento di apprensione con il Bologna rientrato in gara.
“Sì, è un peccato. Avevamo la partita in tasca, riaprirla così è un peccato. Purtroppo è andata così, guardiamo alla prossima partita con la consapevolezza che possiamo fare molto meglio”.

Stai bene?
“Sto bene fisicamente, lo staff mi sta gestendo molto bene. Sono contento della squadra e delle prestazioni, nonostante i vari infortunati”.

La Roma non poteva fare calcoli, ora il calendario dice Atalanta.
“Noi entriamo in campo sempre con l’obiettivo di vincere. Anche il mister oggi ci ha detto che dovevamo pensare solo a vincere. Peccato per come si era messa la partita, poteva essere un risultato più tranquillo. Ora affrontiamo l’Atalanta con grinta e voglia di vincere”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera