Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Tiago Pinto prepara le prime mosse

Il general manager portoghese studia per costruire la Roma che verrà

Tiago Pinto continua a lavorare per regalare a Mourinho i primi colpi in entrata. In attesa di capire come si evolverà la questione Dzeko, per il general manager portoghese le priorità rimangono un portiere di sicura affidabilità e un centrocampista titolare: su entrambi i fronti però la situazione è ferma per motivi diversi. Con Xhaka il club ha trovato un accordo da quasi un mese, ma manca ancora l’intesa con l’Arsenal. Dopo la prima offerta rifiutata dai Gunners, le trattative si sono arenate: la Roma rimane fiduciosa e aspetta che gli inglesi abbassino le pretese per lo svizzero.

Discorso diverso per quanto riguarda la porta. Rui Patricio è uno dei nomi presi in considerazione per prendere il posto di Pau Lopez: con il giocatore c’è un’intesa di massima ma i giallorossi non hanno ancora affondato il colpo per l’estremo difensore del Wolverahmpton.

A Trigoria sanno che quello del portiere è un ruolo non si può sbagliare, e prima di puntare definitivamente sul portoghese stanno valutando ogni pista possibile: Gollini è un’alternativa ma non è l’unico nome. Difficilmente i due colpi verranno messi a segno prima del raduno fissato per il 6 luglio. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa