Resta in contatto

Rassegna Stampa

Mou fa lo psicologo per il bene della Roma

Mourinho

La rivoluzione dello Special One

Due settimane esatte di lavoro. Tanto ci ha messo José Mourinho a cancellare la Roma di Paulo Fonseca, oramai un ricordo sbiadito nella mente dei giallorossi. Dal 6 luglio ad oggi lo Special One ha rivoluzionato Trigoria sotto molti aspetti. Dai metodi di lavoro, con l’introduzione del maxi schermo sul campo di allenamento su cui fa vedere ai calciatori le immagini riprese in tempo reale dal drone che sorvola il campo, fino alle scelte degli uomini che andranno a formare la rosa.

Si sta circondando di fedelissimi, il tecnico portoghese: Rui Patricio è già arrivato e per mettersi a disposizione dell’allenatore si è tagliato le ferie; Xhaka arriverà presto, anche perché l’Arsenal ora potrà lasciarlo partire dopo l’ufficializzazione di Albert Lokonga. Mourinho sta lavorando non solo sul campo, ma anche sulla testa di quei calciatori della rosa che reputa importanti: per questo nel secondo tempo dell’amichevole contro il Montecatini si è visto Zaniolo con la fascia da capitano. Contro la Ternana invece è toccato ad Edin Dzeko vestire i gradi di capitano, seppur in assenza di Pellegrini. Anche in questo caso il messaggio è chiaro: Mou cercherà di regalargli un ultimo anno di carriera romanista. Lo scrive Il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa