Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Nervi Roma, scatta l’allarme

Edicola

Troppo nervosismo in campo nell’ultima amichevole

È vero. L’arbitro Jorge Figueroa Vazquez ha avuto un atteggiamento provocatorio nei confronti dei giocatori della Roma sin dai primi minuti della partita amichevole con il Betis. Pare che sia nato proprio a Siviglia e sui social girano sue foto con i dirigenti del club spagnolo. Va bene tutto, ma quello che si è visto sabato sera allo stadio Villamarin è inaccettabile per una squadra come la Roma.

Tre giocatori espulsi, stessa sorte toccata a Mourinho e a due suoi collaboratori, altri due giocatori ammoniti. La Roma era sembrata con i nervi a fior di pelle già nella partita contro il Porto, quando Dzeko era stato uno dei più duri a rivolgere parole offensive nei confronti di Sergio Conceicao.

Sabato l’arbitro si è messo di traverso nei confronti della Roma sin dai primi minuti. Ha sbattuto il cartellino in faccia ai giocatori. Poi la situazione è degenerata per un episodio, quello del terzo gol, che con il Var non sarebbe mai accaduto. È vera anche un’altra cosa: per la Roma di Mourinho queste non sono amichevoli.Il tecnico vuole un approccio vero anche in quelli che sono test in funzione del campionato. Ma soprattutto non vuole perdere. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa