Resta in contatto

Rassegna Stampa

L’editoriale di Costanzo: “Quello che José dice senza parlare”

Spinazzola

L’editoriale di Maurizio Costanzo

Non vorremmo parlare sempre di Mourinho, ma i casi della vita e del calcio ci obbligano a farlo. Non voglio parlare del Mourinho allenatore, perché i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ma quel che ha di straordinario lo “Special One” è il comportamento in campo, il rapporto con i giocatori, le cose che dice senza dirle. Capisco anche che abbia detto che la partita col Sassuolo se la ricorderà a lungo. Se è per questo, anche noi.

Qualunque sarà il Sindaco che uscirà dalle prossime consultazioni a Roma, va ricordato al medesimo che la Roma – e, di conseguenza, tutta la tifoseria – aspetta lo stadio, il nuovo stadio. Ha detto giustamente l’Amministratore Delegato della Roma, Guido Fienga: “Il futuro sindaco garantisca tempi rapidi per lo stadio“.

Lo stesso Fienga ha ricordato che bisogna stabilire la costruzione dove i romanisti possano “vivere” il Club sette giorni su sette e non solo nel giorno della partita. Insomma, deve essere uno stadio semplice da raggiungere, in un’area già dotata di infrastrutture. Non ci vuole tanto, basta volerlo e chi scrive è certo che il Sindaco che sarà eletto nelle prossime elezioni lo vorrà. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa