Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Pellegrini, Mourinho e quella faccia un po’ da DiBa

Pellegrini

La leggenda dei capitani romani e romanisti è un tesoro per la città di Roma

Lorenzo Pellegrini è calciatore particolare rispetto ad un cliché piuttosto standard e in voga: Pellegrini va letto nell’anima oltre che nel suo talento, se cogli la sua sensibilità, il suo antidivismo naturale e non spocchioso, lo ami da subito. José Mourinho è l’uomo che tutto questo lo ha colto e ha cercato – trovandolo – il modo di farlo emergere.

Capitano immenso in campo, guascone, ammiccante, il figlio ideale per ogni mamma: Francesco Totti. Poi il Capitano guerriero, timido, riservato, a tratti cupo ma che non ti tradisce mai: da amare all’impazzata dopo aver anche provato a ferirlo. Daniele De Rossi. È cresciuto con la Roma dentro, Lorenzo. Poche parole, valori solidi, una leadership poco conclamata ma reale. Lollo ce l’ha un Capitano in cui specchiarsi. È Agostino, è Diba: il viso, il sorriso, l’anima. Quel senso di pulizia interiore e di talento vero.

Lo scrive Fabio Massimo Splendore sulle colonne de “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa