Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Sei gare, sei punti: è mal di trasferta

Peccenini Roma Mourinho

Giallorossi chiamati a tornare a far punti in trasferta

Domenica sera al Ferraris la Roma non farà i conti solo con il Genoa di Shevchenko, ma anche con il suo mal di trasferta. Da inizio campionato, la parziale incapacità di imporsi fuori casa ha rappresentato un limite pericoloso: sono solo sei i punti conquistati in sei gare lontano dalla capitale.

Due partite vinte (Salernitana e Cagliari) e quattro perse (Verona, Lazio, Juventus e Venezia). A cui bisognerebbe aggiungere anche il tonfo di Bodo (6-1), unico match in cui la Roma è uscita sconfitta in Conference League.

Mourinho, dunque, con una vittoria a Genova non solo resterebbe in scia per il quarto posto, ma invertirebbe anche una tendenza: le reti incassate in Serie A lontano dalle mura domestiche sono 12 e contro Juventus, Lazio e Venezia il primo gol è arrivato sempre entro i primi 15 minuti.

Una falla su cui lo Special One sta lavorando sia dal punto di vista tattico che mentale. Oltre ai rossoblù, nel blocco che precede la pausa natalizia, la Roma affronterà in trasferta anche Bologna e Atalanta: test decisivi per scacciare una volta per tutte la paura di essere lontani da casa. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa