Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Leader in campo e fuori. È sempre più la Roma di Pellegrini

Il capitano giallorosso leader e trascinatore della sua Roma: anche i numeri lo testimoniano

Quando Mourinho ha detto che se avesse avuto tre Lorenzo Pellegrini li avrebbe fatti giocare tutti e tre sembrava una battuta a effetto. In realtà l’impatto del capitano giallorosso è diventato totale, in campo e fuori. Le statistiche di Opta confermano che è diventato il centro di gravità permanente del gioco: il numero 7 giallorosso è il giocatore più “coinvolto” nei 5 grandi campionati europei: 43 tiri e 36 occasioni create. Un totale di 79 che lo mette davanti a Andy Delort del Nizza con 72 (47 più 25), Nabil Fekir del Betis Siviglia con 71 (37 più 34), Kylian Mbappé del Paris Saint Germain con 70 (46 più 24) e Mohamed Salah del Liverpool anche lui con 70 (44 più 26).

Come tutte le statistiche – e le classifiche – non va presa come una pagina della Bibbia, ma è chiaro che Pellegrini è insostituibile nella Roma e attira le attenzioni di tutte le big europee. Il suo recupero per la gara di domenica sera a Marassi, contro il Genoa, è ossigeno puro per Mou. Il tecnico portoghese, che troverà Shevchenko all’esordio sulla panchina rossoblu, dovrebbe schierare di nuovo la difesa a tre, con Cristante “abbassato” tra Mancini e Ibanez perché Smalling sarà disponibile solo contro il Torino e Kumbulla non è al top. Da capire se Pellegrini scalerà tra i centrocampisti, con Zaniolo trequartista, o giocherà dietro a Abraham e Shomurodov.

La crescita esponenziale di Pellegrini, però, è avvenuta anche fuori dal campo. Insieme a Mourinho e alla capitana della Roma femminile, Elisa Bartoli, è il testimonial di un’altra iniziativa sociale della Roma. Si avvicina il 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. L’anno scorso la Roma aveva lanciato un calendario con le mogli dei calciatori e adesso, sempre con lo slogan “Amami e basta”, è il turno di “1-5-2-2 #SaveTheTactic”, che promuove il numero telefonico antiviolenza e stalking, gratuito e attivo 24 ore su 24. Lo scrive Il Corriere della Sera.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa