Resta in contatto

Rassegna Stampa

Il cilindro di Mou e il 18enne insospettabile

Il giovane ghanese risolve la gara

Felix Afena-Gyan è il protagonista assoluto della notte della Roma. Il giovane attaccante giallorosso, ghanese, classe 2003, entra al 75′ al posto di Shomurodov e, passati appena sette minuti, sblocca la partita contro il Genoa su assist di Mkhitaryan. Poi chiude la sfida di Marassi allo scadere con un gran destro dalla distanza.

Una doppietta da sogno: e non aveva mai segnato in giallorosso. Otto in pagella, una serata indimenticabile. “Dedico i gol a mia madre. Mamma, ti voglio bene. E ringrazio Mourinho”, sorride. Bisogna ricordare che Felix aveva esordito con la Roma il 27 ottobre scorso contro il Cagliari in trasferta: 34′ di gioco. Poi era subentrato in Roma–Milan. E aveva subito convinto Mourinho e i tifosi della Roma, che ora sono entusiasti del nuovo gioiellino.

E poi mai dare per morto Mourinho. Perché quando meno te lo aspetti eccolo lì che tira fuori dal nulla la “Mourinhata”. José da Setubal, non per nulla, è uno degli allenatori più vincenti della storia del calcio. Perché sa rischiare quando lo fa, è sempre sulla sua pelle. La scelta di inserire Felix, come detto, ad un quarto d’ora dalla fine lascia il segno. Doppio: per il ragazzo e per Mou. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Rassegna Stampa