Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

L’emergenza ricambia la Roma

Lo Special One cambia pelle alla sua Roma

Sei indisponibili, più due alternative in dubbio. Non bastavano le sei sconfitte in campionato a turbare i pensieri di José Mourinho. Ora c’è anche l’emergenza assoluta per la partita alla quale tiene di più, domani contro l’Inter.

Sarebbe stata una partita comunque difficile per la Roma, poco avvezza da un paio d’anni a battere le grandi, ma alla luce di infortuni e squalifiche rischia di diventare impossibile, almeno sulla carta. A Bologna, Mourinho ha perso tre titolari tutti insieme: gli squalificati Abraham e Karsdorp, due insostituibili, ed El Shaarawy, che nelle ultime settimane si era meritato il posto fisso grazie allo spirito di sacrificio sulla fascia sinistra.

In più manca il capitano-faro, Lorenzo Pellegrini, un altro che ha chiuso il 2021 prima del tempo, e non ci sarà Felix, che sarebbe stato utilizzato per uno spezzone anche al Dall’Ara se il Covid non l’avesse allontanato per ovvie ragioni dalla prima squadra.

La sensazione è che Mourinho sia orientato a riproporre la difesa a quattro: da capire se la Roma giocherà con il 4-2-3-1- oppure con il 4-4-2, con Zaniolo avanzato accanto a Shomurodov. Occhio perché Zaniolo è diffidato. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa