Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Arrivano 20 milioni, però i rinforzi sono azzurri

Mou attende il rientro dei tre azzurri

Finalmente una buona notizia, in un momento in cui a Trigoria sembra andata tutto (o quasi) davvero male. Anzi, due. E vengono da Marsiglia, dove i riscatti Cengiz Under e Pau Lopez sono oramai cosa fatta.

Nelle casse della Roma entreranno 20,4 milioni di euro (8,4 dalla cessione di Under, 12 da quella di Lopez) che vanno a completare le due operazioni concluse in estate, con il prestito dell’attaccante turco per 500mila euro e quello del portiere spagnolo per 720mila euro (più una parte variabile di 500mila).

A confermarlo all’Equipe è stato lo stesso presidente del Marsiglia, Pablo Longoria: “Il riscatto di Under è legato alla salvezza, quello di Lopez alla ventesima presenza. Si tratta di due operazioni praticamente concluse“. Pau di presenze ne ha fatte infatti finora 17, ne mancano tre. Ma, evidentemente, il Marsiglia è contento di lui e gliele farà fare. Anche molto presto, probabilmente.

A gennaio, dunque, il g.m. Tiago Pinto avrà una certezza in più per poter investire e rinforzare una squadra che ha bisogno di giocatori importanti per competere. Quei 20,4 milioni entreranno a giugno, ma intanto sapere di poterci contare è già una bella cosa.

Anche se poi a gennaio Mourinho si aspetta altri rinforzi, non solo quelli che dovranno arrivare per forza dal mercato. Ma anche quelli che sono già a Trigoria e che sono fermi ai box per infortunio. Come i tre azzurri Pellegrini, Spinazzola ed El Shaarawy (che nel giro punta a tornarci in vista degli spareggi per il Mondiale). Il capitano ed ElSha si sono fatti male a novembre (Pellegrini con il Torino, il Faraone a Bologna), non forzeranno ma rientreranno con calma, per essere a completa disposizione nella ripartenza di gennaio, già il 6, in casa del Milan.

E lì finalmente potrebbe esserci anche Spinazzola, di ritorno dal brutto infortunio al tendine d’Achille procuratosi all’Europeo contro il Belgio. Il ritorno dell’esterno potrebbe dare alla Roma una chiave in più a livello offensivo, vista la sua capacità di spinta a sinistra. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa