Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

L’editoriale di Costanzo: “Quel ‘tutto è possibile’ di Totti su cui rimarcare”

Le parole di Maurizio Costanzo: “Totti accolto come un grande attore”

Questa mattina è stato pubblicato sul Corriere dello Sport il consueto editoriale di Maurizio Costanzo, che questa volta si è concentrato sulla figura di Francesco Totti. Lo storico capitano della Roma questa settimana è stato al centro delle scene, con il tanto atteso ritorno allo stadio. In occasione della partita di sabato scorso contro l’inter infatti, Totti è tornato sugli spalti dell’Olimpico, anche per presentare la sua nuova partnership con DigitalBits. Il commento di Costanzo:

“Mi è piaciuto vedere Francesco Totti allo stadio, accolto da un applauso che nemmeno un grande attore, dopo aver interpretato l’Amleto, avrebbe ricevuto. Totti si è alzato e ha ringraziato e sono convinto che i tifosi hanno avuto conferma, in quel momento, di cosa vuol dire essere un campione, per di più un campione legato a una città. 

D’altra parte, Francesco è anche il nuovo ambasciatore dello sponsor della Roma. In una intervista ha detto: “Ora avrò più occasione per parlare con il club, ma sono due cose diverse“. Gli hanno chiesto se sarebbe tornato alla Roma e ha risposto: “Non so cosa farò, ma tutto è possibile“. Credo che su quel “tutto è possibile” i tifosi più affezionati ci ricameranno”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa