Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Maitland-Niles alla Roma: tuttocampista in prestito

Il classe ’97 dei Gunners pronto a sbarcare nella Capitale

Wikipedia ieri lo dava già come un giocatore della Roma: affare fatto, prestito con diritto di riscatto. Ed invece per la fumata bianca bisognerà aspettare ancora un po’, ma di certo c’è che la Roma e Ainsley Maitland-Niles sono veramente ad un passo dal trovarsi. A meno di clamorosi colpi di scena, infatti, il terzino inglese sarà il primo rinforzo di gennaio dei giallorossi. E sarà un arrivo importante non tanto nell’immediato (visto che il giocatore dell’Arsenal è positivo al Covid e dovrà aspettare di negativizzarsi prima di poter sbarcare nella Capitale), quanto piuttosto per la sua versatilità in campo.

Insomma, Tiago Pinto sta per chiudere l’accordo con i Gunners per l’acquisto di Maitland-Niles: 750mila euro per il prestito fino a giugno, poi un diritto di riscatto fissato intorno ai dieci milioni di euro. Che è più o meno il suo valore, considerando anche che il terzino ha il contratto in scadenza nel 2023 e l’Arsenal ha tutto l’interesse a venderlo entro giugno, per evitare che entri nell’ultimo anno di vita contrattuale. Il diritto di riscatto verrà ancorato probabilmente ad un numero di presenze non altissimo, che dovrebbero di fatto garantire il buon esito dell’operazione a giugno per entrambi le società. Quest’anno Maitland-Niles ha giocato poco (11 gare tra Premier e coppa), dopo che lo scorso anno è stato costretto ad andare in prestito al WBA per trovare lo spazio che desiderava. L’Arsenal ha deciso di non puntarci più, dopo che nel 2014 l’aveva lanciato in Champions a soli 17 anni, secondo giocatore più giovane ad esordire nella storia dei Gunners (dopo Wilshere). Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa