Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Villar e il mondo capovolto: dalle stelle all’anonimato

Lo spagnolo è stato protagonista fino a marzo, poi prima Fonseca, ma soprattutto Mourinho, lo hanno accantonato

Da titolare a riserva, da grande prospetto a giocatore di troppo. Quante cose sono cambiate in un anno per Gonzalo Villar, finito ai margini del progetto Roma dopo una stagione vissuta da protagonista sotto la guida di Fonseca.

Un fanno fa il ventiduenne spagnolo si stava godendo la sosta natalizia con l’umore alle stelle. Tutt’altra esperienza sta vivendo ora sotto la gestione di Mourinho. Soltanto 204 minuti in campo in Conference League, neanche un minuto giocato in Serie A e, come se non bastasse, anche la positività al Covid che lo ha costretto a rimanere fuori dieci giorni. Adesso il suo futuro potrebbe essere lontano dalla Capitale: nel mercato invernale Pinto ascolterà le proposte che arriveranno, per monetizzare e lasciare spazio a qualche altro giocatore a centrocampo. Piace in Spagna, soprattutto al Valencia e all’Elche (suo ex club), ma offerte concrete ancora non sono arrivate. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa