Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Milan, Giroud: “Siamo partiti con la giusta aggressività e concentrazione”

Il centravanti del Milan Olivier Giroud parla ai microfoni di Dazn al termine della gara contro i giallorossi: le sue parole

Olivier Giroud, centravanti rossonero, ha analizzato la gara contro la Roma ai microfoni di Dazn. Ecco le sue dichiarazioni:

A cosa può ambire il Milan?
“Abbiamo iniziato la partita bene. Con buona aggressività, spirito di squadra e pressing. Siamo stati efficaci ed è stato più facile fare bene tutto insieme. Personalmente sono felice di aver fatto gol e di aver giocato senza dolore. Ero un po’ troppo infortunato i primi mesi, ora voglio fare più partite per aiutare la squadra”.

Se tu fossi Pioli ti metteresti in coppia con Ibra?
“Non sono sorpreso da questa domanda. Sarei contento di giocare con lui. Dipende dalla partita, se abbiamo due punte, dobbiamo fare gol. Magari nel secondo tempo, come abbiamo fatto contro il Napoli. Per l’equilibrio della squadra dipende da partita in partita, il mister sceglie la cosa migliore per la squadra. Se giochiamo come stasera siamo difficili da battere per chiunque”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario