Resta in contatto

Rassegna Stampa

Veretout ora è un caso. Sabatini in pressing ma Fazio non cede

Momento difficile per il francese

Jordan Veretout è passato dalla condizione di titolare inamovibile a quella di caso da gestire, il tutto con la finestra di calciomercato aperta ed un discorso sul rinnovo di contratto rinviato a fine stagione. Il centrocampista è ben lontano dal rendimento fatto registrare nelle prime stagioni in giallorosso e Josè Mourinho non ha tardato ad accorgersene. E dall’interno di Trigoria nessuno si sente di giurare che l’ex Fiorentina tornerà ad essere un perno della Roma del futuro.

Basterebbe un offerta da 12 milioni di euro, la prossima estate, per non far registrare una minusvalenza sul mercato. Intanto l’agente assicura che Veretout resterà alla Roma almeno fino alla fine della stagione. Da scartare dunque l’ipotesi di uno scambio con il Tottenham che coinvolga Ndombelé, così come quella di una cessione imminente per poi reinvestire su Kamara.

Intanto Tiago Pinto continua a lavorare alle uscite: Bryan Reynolds andrà in prestito al Kortrijk, mentre per Diawara il Valencia rimane l’unica pista percorribile. Su Fazio invece c’è la Salernitana di Sabatini, che si è mosso per convincere l’argentino a raggiungerlo. Ma i segnali non sono positivi. Lo scrive “La Repubblica” .

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa