Resta in contatto

Roma Primavera

Roma-Inter 1-1 (13′ Casadei; 47′ Persson): termina in pareggio il big match di Trigoria

A Trigoria l’Inter di Chivu sfida i ragazzi di Alberto De Rossi

Nove punti di distacco e novanta minuti in campo per capire se tali rimarranno oppure no. Roma e Inter si sfidano alle 13 a Trigoria per la gara valida per la 25sima giornata del campionato Primavera.

TABELLINO

AS ROMA (3-4-1-2): 1 Mastrantonio; 34 Keramitsis, 5 Tripi, 15 Ndiaye; 2 Missori, 8 Tahirovic (23′ Vicario), 16 Faticanti, 22 Rocchetti (67′ 9 Satriano); 10 Volpato (79′ 4 Morichelli); 7 Voelkerling (79′ 28 Pagano), 39 Cherubini (67′ 14 Oliveiras)
A disposizione: 12 Berti, 30 Baldi, 17 Di Bartolo, 18 Cassano, 21 Zajsek, 26 Louakima, 42 Pisilli
Allenatore: Alessandro Toti

INTER (4-3-1-2): 1 Rovida; 2 Zanotti, 5 Hoti, 23 Moretti, 6 Carboni F. (83′ 10 Iliev); 25 Grygar (83′ 18 Nunziatini), 4 Sangalli (C), 8 Casadei; 7 Peschetola (73′ 22 Abiuso); 38 Carboni V., 9 Jurgens (57′ Zuberek)
A disposizione: 21 Botis, 32 Calligaris, 3 Cortinovis, 14 Fabbian, 15 Fontanarosa, 16 Cecchini Muller,19 Silvestro, 29 Pelamatti,
Allenatore: Cristian Chivu

Arbitro: Sig. Ermanno Feliciani di Teramo.
Assistente 1: Sig. Vincenzo Pedone di Reggio Calabria.
Assistente 2: Sig. Giulio Basile di Chieti.

LIVE:

90+3- Finisce così, 1-1 a Trigoria

68′- Ndiaye espulso, giallorossi in dieci

45′- Comincia la seconda frazione di gioco

45’+3- La Roma la pareggia allo scadere e la prima frazione di gioco finisce in parità

45+2- Arriva il pareggio della Roma, con Persson. Un colpo di testa al volo fa pareggiare la Roma

13′- In vantaggio l’Inter con Casadei su punizione. Roma in svantaggio

1′- Cominciata Roma-Inter

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera