Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Veretout si ferma: è rottura

Rottura tra la Roma e il centrocampista francese

Come farsi del male da soli. La moglie di Jordan Veretout racconta al mondo intero tramite i social di aver festeggiato il suo compleanno a Montecarlo con familiari e amici nonostante fosse positiva al Covid, la Roma riprende gli allenamenti senza il centrocampista francese che salta la seduta, nel frattempo arriva l’annuncio del club sulla positività di un calciatore vaccinato, «che sta bene e si trova in isolamento domiciliare».

Detto che per motivi di privacy la società non ha potuto confermare che il giocatore in questione sia proprio Veretout, il caso è ormai deflagrato e aggiunge una pagina negativa alla stagione già difficile dell’ex viola, partito come titolare inamovibile nello scacchiere di Mourinho e ora scivolato sempre più spesso in panchina. La Roma è piuttosto infastidita dalla vicenda, se non altro per motivi di opportunità: detto che resta frequente contrarre il Covid-19 da vaccinati o avere contatti stretti con persone contagiate, rendere il tutto pubblico è stato certamente un autogol.

Dalla forma alla sostanza, la presenza di Veretout a Genova contro la Sampdoria è a fortissimo rischio e Mourinho potrebbe quindi perdere una pedina utile per impostare delle rotazioni in vista del calendario fitto di impegni tra campionato e Conference League. Nel frattempo su Veretout e la moglie Sabrina si è scatenata un’ondata di «odio social», con la donna che ha condiviso una serie di insulti ricevuti dai tifosi e le sue risposte al veleno. Una storia antipatica, che di certo non aiuta il centrocampista a riavvicinarsi al mondo romanista, dal quale sembra sempre più lontano in prospettiva.

Nel frattempo il ragazzo ha cambiato agente, come annunciato dallo storico procuratore Mario Giuffredi: «Ho interrotto i rapporti con Veretout da diversi mesi – spiega il manager a calciomercato.it – stavamo parlando del rinnovo del contratto, da parte della Roma c’era grande voglia e secondo me eravamo anche molto vicini. Poi purtroppo le trattative si sono interrotte perché magari il calciatore la pensava diversamente».

Aspettando segnali dal mediano, che già da qualche anno si avvale del supporto dell’agenzia francese Isf Sports guidata da Thibaut Urien, il gm Pinto lo ha messo sul mercato ma al momento non ha ricevuto offerte. Con la squadra di nuovo al lavoro da ieri a ranghi ridotti, la prossima buona notizia è attesa da Spinazzola, che in Finlandia otterrà l’ok dai medici per tornare ad allenarsi in gruppo. Step che comunque avverrà non prima della prossima settimana. Abraham, invece, si è messo alle spalle la lombalgia e ieri ha lavorato con i compagni. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa