Resta in contatto

Rassegna Stampa

Mourinho: “Il nostro sarebbe un gol favoloso con al mio posto un altro allenatore”

Lo Special One punzecchia la stampa a fine gara

Bastano venti passaggi di fila per schiudere la porta dei sogni e, nello stesso tempo, far crescere l’ansia. Sugli scudi la Roma che accarezza (un po’) anche l’idea della zona Champions, mentre la Samp non riesce ancora ad allontanare gli spettri della retrocessione.

Logico che nel giorno in cui i giallorossi arrivano alla 10a partita di campionato consecutiva senza sconfitte e al diciottesimo match stagionale senza reti al passivo, José Mourinho ci tenga a celebrare la vittoria evidenziando l’azione che ha deciso la partita. “Se un gol come quello fosse stato fatto da una squadra con un altro allenatore, tutti parlerebbero di calcio fantastico – dice sarcastico – ma siccome ci sono io, purtroppo è difficile da dire”.

Il graffio non nasconde l’analisi. “È stata una gara difficile, anche perché a Roma c’è la cultura che, se si vince il derby è paradiso, altrimenti disastro totale“. Invece nessun disastro, ma apoteosi, anche se il portoghese parla solo di quinto posto.

Il finale è tutto per lo “sposalizio” per Cristante e Mkhitarian. “Bryan è quello che la stampa di Roma dice che voglio vendere. Il rinnovo di Micki? Io lo voglio qui, la società e Pinto vogliono farlo restare, lui vuole restare e Raiola lo farà rimanere“. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa