Resta in contatto
Sito appartenente al Network

L'angolo dell'avversario

Kalvesen: “Oggi non c’è stata gara. Dopo la partita non ho parlato con nessuno”

Morten Kalvesen, vice-allenatore del Bodo, ha così commentato in conferenza stampa la sconfitta contro la Roma: “Troppo forti”

Morten Kalvesen, vice allenatore della squadra norvegese, in panchina vista la squalifica di Knutsen, ha commentato in conferenza stampa la grande vittoria della Roma:

La sconfitta?

“Dobbiamo sopportare nel modo giusto di essere fermati bruscamente”.

Ha comunicato dalla tribuna? Cosa si dicono i ragazzi nel cerchio?

“Non posso dirlo. Nella pausa abbiamo cercato di fare un colloquio costruttivo. Ci hanno trattati abbastanza duramente nel primo tempo e avevamo paura che i giocatori fossero abbattuti. Ovviamente parliamo del gioco con cui ci ha sorpreso la Roma, ci ha aperto alcune aree del campo. Nel secondo gol sono entrati con molti calciatori, hanno fatto un gol fantastico”.

Come hai vissuto la panchina della Roma?

“Non ho guardato verso destra, ma non c’era niente da vedere. Non mi ha fatto reagire nulla. Ci hanno fatto fare un viaggio duro per 90 minuti, hanno avuto meno stress dalla loro panchina”.

Sulla partita…

“Non eravamo stati mai esposti a una cosa del genere, gli avversari erano decisamente troppo forti per noi”.

Quanto eravate preparati contro Mkhitaryan e Zaniolo?

“Siamo partiti dall’andata, poi sono arrivate delle sorprese. Abbiamo visto che hanno fatto degli aggiustamenti, abbiamo visto fin dall’inizio che ci chiudevano, non riuscivamo a sentirci pensare. Non siamo riusciti a comunicare”.

Trarrete gioia da questa esperienza?

“Almeno domani e nel tempo a venire parleremo dell’esperienza che abbiamo fatto, degli avversari che in molti modi hanno rafforzato l’autostima per il nostro futuro. Oggi non abbiamo problemi nel riconoscere che siamo arrivati secondi in quasi tutto. Dobbiamo ispirarci a questo per il futuro e dobbiamo essere grati per aver fatto un quarto di finale a Roma”.

È stato detto che Nuno Santos è stato negli spogliatoi.

“Risponderò solo per la partita”.

Dopo la partita avete parlato con lo staff della Roma?

“No, ho ringraziato gli arbitri”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da L'angolo dell'avversario