Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

I tifosi ci credono: “Fino alla vittoria”

“Fino alla vittoria”. Si sono presentati con questo striscione per caricare la squadra i tifosi romanisti che hanno riempito in ogni ordine di posto il settore ospiti del King Power Stadium

“Fino alla vittoria”. Si sono presentati con questo striscione per caricare la squadra i tifosi romanisti che hanno riempito in ogni ordine di posto il settore ospiti del King Power Stadium, che ha visto anche la presenza del presidente Dan Friedkin (l’ex proprietario James Pallotta ha invece mandato un messaggio di buona fortuna via Twitter).

A dispetto dei tanti timori che hanno preceduto la trasferta in terra inglese, la prima per la Roma dopo la semifinale di Champions League con il Liverpool e gli scontri che portarono ai danni permanenti per Sean Cox (era sugli spalti di Anfield per il match con il Villarreal), è filato tutto liscio e non ci sono stati contatti tra le tifoserie.

Prima della gara di Conference League c’era stato un fitto scambio di informazioni tra le forze dell’ordine italiane e quelle d’oltremanica, soprattutto alla luce delle pesanti scintille andate in scena nella partita di qualche mese fa con il Napoli, ma non sono emerse particolari problematiche, anche per quei pochi tifosi giunti nella città dell’Inghilterra centrale che avevano acquistato il tagliando negli altri settori dell’impianto, visto il sold-out immediato di quello dedicato agli ospiti.

Il pre-partita è stato vissuto con tanta tranquillità dai gruppi di fan arrivati da Roma, che hanno passato la giornata nei pressi del meeting point allestito presso un pub situato nel centro della città, che ha cercato subito di stemperare i toni con un messaggio di benvenuto accompagnato dallo stemma giallorosso, allietando i clienti anche con qualche canzone tipicamente romana, come l’inno di Lando Fiorini.

Da lì è partito un corteo che senza problematiche ha raggiunto lo stadio, così come quello dei circa 300 ultras della Curva Sud, che sono stati immediatamente intercettati dalla polizia e monitorati nel percorso.

Ora si metterà subito in moto la macchina organizzativa per gestire il pienone del match di ritorno, con oltre sessantamila presenti, di cui duemila che arriveranno da Leicester. Intanto ieri la società di Trigoria ha avuto il via libera da parte delle autorità per mettere in vendita il distinto situato tra la Curva Nord e la Tribuna Monte Mario in vista della sfida di domenica sera con il Bologna.

Il resto dello Stadio Olimpico è tutto esaurito e vista la poca partecipazione dei tifosi emiliani (solo 100 previsti) è arrivato il semaforo verde per staccare un’altra manciata di biglietti.

Il Tempo 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa