Resta in contatto

Rassegna Stampa

Zaniolo a tutti i costi: cautela con il Torino, l’obiettivo è Tirana

Il numero 22 giallorosso non vuole mancare alla finale

La Conference è la manifestazione che, in questa stagione, non solo gli ha regalato più gol (5, a fronte dei 2 in campionato), ma gli ha anche regalato più emozioni. Un dato: in campionato, all’Olimpico, Nicolò Zaniolo non segna dal novembre del 2019, in coppa, invece, solo quest’anno, ha fatto sempre gol nello stadio di casa.

Anche per questo la priorità, sua e della Roma tutta, è quella di recuperare per la partita della prossima settimana a Tirana. Una finale che vale una stagione, ecco perché da oggi il piano sarà quello di smaltire l’affaticamento al quadricipite destro che lo ha costretto alla tribuna sabato scorso contro il Venezia.

La Roma tornerà ad allenarsi alle 11, tra tre giorni è in programma la sfida contro il Torino e Zaniolo ci sarà solo se non ci saranno rischi. Convocato, forse, difficile che sia in campo dal primo minuto, visto che il muscolo gli dà fastidio da qualche settimana e a volte ha giocato anche con un po’ di dolore. I giorni che mancano alla finale sono troppo pochi per potersi prendere qualche licenza, per cui Nicolò lavorerà con la massima cautela in allenamento per poi essere pronto per la finale. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa