Resta in contatto

Prima Squadra

Pellegrini: “La squadra è cresciuta sotto tutti i punti di vista. Domani sarà una grande partita”

Le parole del capitano giallorosso

Lorenzo Pellegrini ha parlato ai microfoni di Sky Sport poco dopo l’arrivo della squadra a Tirana, dove domani è in programma la finale di Conference League. Queste le sue dichiarazioni:

C’è grande responsabilità per tutti, tu sei il capitano e sei nato nella città. Senti di più la responsabilità?

“Sì, credo sia normale e che sia bella averla invece che stare a casa seduti a casa a vedere gli altri che giocano. Me la prendo tutta, ce la prendiamo tutta. Domani sarà una grande partita e una grande giornata”.

Come hai visto crescere il gruppo in Europa? C’è stata crescita esponenziale

“Sì, credo che abbiamo iniziato la stagione in modo positivo, poi abbiamo avuto un momento in cui dovevamo ritrovarci sotto alcuni aspetti, abbiamo cambiato modulo e credo sia normale. Poi la cosa più importante è la crescita di questa squadra sotto ogni punto di vista. Al di là dell’Europa, anche in campionato. Questa coppa sarebbe la ciliegina sulla torta alla nostra crescita e al percorso fatto”.

Sei cresciuto nella lettura delle partite, nel piano partita ci sarà anche una tua posizione particolare per far male al Feyenoord?

“Sì, è dato molto anche a tutte le persone che lavorano per noi, che fanno un lavoro eccezionale. Poi è ovvio in campo siamo noi a prendere le decisioni, ma veniamo messi in condizione di fare le cose nella maniera giusta”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra