Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Zaniolo si isola, Villar fuori rosa

Si continua a discutere del futuro del numero 22 giallorosso

La Roma torna a fare i conti con gli esuberi. Una lista molto più snella rispetto a quella dello scorso anno – quando i tesserati da ricollocare erano 35 – che Tiago Pinto dovrà nuovamente sfoltire a colpi di cessioni. I fuori rosa sono 14 e, di questi, solo 2 provengono dalla prima squadra: dal 15 luglio infatti Villar e Diawara si alleneranno a Trigoria ad orari e su campi diversi da quelli dei compagni con cui, fino a pochi mesi fa, condividevano lo spogliatoio.

Una lista di 14 giocatori che il general manager vorrebbe cedere tutti a titolo definitivo, ma Persson potrebbe iniziare ad allenarsi con Mourinho il 5. Ai giovani in uscita si aggiungono anche Kluivert, Calafiori e Darboe che – a differenza di Villar e Diawara – svolgeranno parte della preparazione agli ordini dello Special One ma sono comunque destinati a lasciare il club: anche per loro si cerca una cessione a titolo definitivo ma, in assenza di occasioni, potrebbero partire in prestito.

Per il resto del gruppo invece il primo giorno di raduno è fissato per martedì 5 luglio, ad eccezione dei giocatori reduci dagli impegni con le rispettive Nazionali che si aggregheranno il 12 prima della partenza per il ritiro in Portogallo. Al Fulvio Bernardini si riaffaccerà anche Zaniolo, finito al centro di una polemica scoppiata nel giorno del suo 23simo compleanno. Il giocatore ha condiviso tra le sue storie Instagram gli auguri della Nazionale italiana e di alcuni suoi amici (compreso l’attaccante della Juventus Kean) ma non quelli della Roma e di Tammy Abraham che, dopo qualche ora, ha cancellato la stories dedicata al compagno di squadra. L’ennesimo episodio che alimenta ulteriormente le voci di mercato intorno al numero 22 e che sul web ha diviso decine di tifosi giallorossi. Lo scrive “Il Tempo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa