Resta in contatto

Rassegna Stampa

Roma e Mou partenza col broncio

Lo Special torna a casa pensando al mercato

La Roma sbarca in Algarve. La speranza è quella di ritrovare serenità, quella perduta in queste settimane di sussurri, messaggi criptici sui social, silenzi, noie muscolari e dichiarazioni a mezza bocca. Poco più di una decinda di giorni nei quali saranno disputate 4 amichevoli, la prima oggi alle 12. In questo periodo Mourinho approfitterà per cementare il gruppo. Normalmente gli riesce facile, soprattutto quando ha alle spalle dodici mesi di conoscenza. Stavolta, però, dovrà metterci qualcosa di Special. Tutti i discorsi tornano alla frase detta a Tirana: “Io rimango. Posso restare più o meno felice“. Tradotto: dipende da che mercato si farà.

Non è un mistero che il top player individuato è lo svincolato Dybala. Con l’arrivo di Lukaku e i mancati addii di Dzeko e Sanchez per l’Inter le porte si sono chiuse, mentre si sono riaperte quelle della Roma. Pinto, però, si sta cautelando provando a bloccare Zaha. Il tecnico è consapevole dell’occasione irripetibile. Gli 8 milioni richiesti qualche settimana fa da Dybala sono un ricordo. Il giocatore ha capito che deve accontentarsi di meno. Sei milioni è la cifra giusta, raggiungibile con dei bonus facili. Il problema è un altro: le commissioni. Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa