Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Wijnaldum aspetta la Roma: da domani la trattativa dovrebbe subire una prima accelerazione

L’olandese ha già detto sì, ma i giallorossi possono prenderlo solo a determinate condizioni

Prosegue la ricerca di un altro centrocampista. Quella di Wijnaldum resta una pista calda, ma ci sono anche altri profili che la Roma segue o ha seguito. Un giocatore che è stato trattato è Jerdy Schouten del Bologna, ma la richiesta del club emiliano ha fatto allontanare la Roma. Come è successo anche per Frattesi, la cui trattativa con il Sassuolo si è interrotta da diverse settimane e non è più ripresa, anche se il giocatore cresciuto nel vivaio giallorosso ci spera ancora. Inoltre dopo aver ceduto Scamacca, Carnevali potrebbe far partire un altro big solo in caso di una grande offerta.

Per Wijnaldum da domani si comincerà ad entrare nel vivo della trattativa, ma la Roma può prendere l’olandese solo alle sue condizioni. La trattativa va avanti. I Friedkin vogliono completare la rosa secondo le indicazioni di Mourinho. I rapporti con il Psg sono ottimi e c’è fiducia che alla fine si trovi una soluzione, alle condizioni della Roma. Il centrocampista ha già dato la sua disponibilità e spinge per questa soluzione. Ma il Paris Saint Germain deve partecipare a pagare metà ingaggio, nessun club oggi può corrispondere nove milioni a stagione a Wijnaldum. La Roma inoltre preferisce il prestito con diritto e non obbligo di riscatto. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa