Resta in contatto

Rassegna Stampa

Adesso Pinto deve cedere: sono 8 gli esuberi a Trigoria

Pinto alle prese con le cessioni

Un mercato a doppia velocità. Mentre in entrata gli obiettivi sono tutti (o quasi) raggiunti, in uscita fatica a sbloccarsi. In una lista che ha visto aggiungersi ultimamente anche Shomurodov e Viña (ormai diventato la terza scelta dopo Spinazzola e Zalewski: l’uruguaiano piace al Feyenoord), il gm Pinto è chiamato in questo mese di agosto a sfoltire la rosa. Pena, la possibilità che un’eventuale offerta per un calciatore che rientra nel piano tecnico di Mourinho, possa essere sacrificato.

Quello che appare più vicino al trasferimento è Shomurodov. La decisione di Lucca di preferire l’Ajax al Bologna, ha fatto sì che l’ex ad giallorosso Fenucci abbia subito virato sull’ubzeko, rimasto fuori dall’ultima trasferta in Israele. Il club rossoblù, destinazione gradita dall’ex genoano, chiede l’attaccante in prestito. Serve uno sforzo in più: inserire almeno l’obbligo di riscatto subordinato alle presenze o agli obiettivi della società felsinea. Nuovi contatti in settimana, anche perché sino a quando l’attaccante non parte, Belotti è bloccato.

Perez continua a rifiutare qualsiasi destinazione gli venga proposta: ha detto sì al Celta Vigo che tuttavia offre soltanto un prestito mentre la Roma vorrebbe monetizzare inserendo almeno un obbligo di riscatto.

Per Kluivert è testa a testa tra Fulham e Nizza che dopo aver fatto scadere l’opzione di riscatto a 14 milioni, ora prova a prenderlo a 10. Villar, dopo aver flirtato a lungo con il Monza, ora è vicino alla Sampdoria che tuttavia deve garantire, oltre al prestito, un obbligo di riscatto.

Più difficile la situazione di Diawara: i sondaggi del Lecce, dell’Herha Berlino e del Galatasaray non si sono trasformate in vere trattative. Genoa e Zurigo sono alla finestra per Calafiori.

Capitolo a parte meritano Veretout e Felix. Mou vorrebbe tenerli (soprattutto il francese sarebbe il vice Wijnaldum) ma è consapevole che davanti a proposte convincenti dovrebbe arrendersi. Per ora le offerte non hanno superato gli 8 milioni (Lione e Marsiglia) per Jordan e il prestito con diritto di riscatto per Felix (Sassuolo). Lo scrive “Il Messaggero”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa