Resta in contatto

Rassegna Stampa

Per Wijnaldum una questione di dettagli

L’olandese ad un passo

Togli qui, aggiungi lì. Sistema di là, aggiusta di qua. No, non stiamo parlando di un vestito su misura ma semplicemente della trattativa che porterà Wijnaldum alla Roma. Un’operazione nata complicata e diventata ingarbugliata tra premi da esigere e riduzioni da accettare.

Un lavoro certosino che ha occupato tutto il weekend di Tiago Pinto in un filo diretto e ininterrotto con Parigi e soprattutto Henrique Antero, ds del club francese e interlocutore finale per la reale fumata bianca.

Gli uomini del mercato, ma soprattutto dei numeri che in una trattativa sono uguali per tutti, nonostante sotto la Tour Eiffel si tenda a farli tornare sempre per eccesso. Nel mezzo il calciatore olandese, pronto a viaggiare direzione Roma ormai da settimane, ma nelle ultime ore infastidito dai continui cambiamenti delle condizioni contrattuali: una rinuncia ad oltre 2 milioni di euro in poco più di 24 ore, tra stipendio e bonus.

Soldi, sì, e anche tanti, da sempre il vero scoglio nelle trattative di calciomercato. Il resto è molto vicino ad una grandissima messa in scena, tra ammiccamenti social e like enigmatici. Dopo Dybala il secondo colpo del calciomercato è pronto a vestire il giallorosso e mettersi a disposizione di José Mourinho. Lo scrive “La Repubblica”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa