Resta in contatto

Roma Primavera

Primavera, Guidi: “Colpito dal gruppo”. Sabato c’è il Cesena

Alle 16,45 la sfida in casa dei bianconeri. Il tecnico avverte: “Hanno ragazzi di talento. Antenne dritte”

Sabato comincerà il proprio cammino in campionato la Primavera giallorossa. Federico Guidi debutterà in panchina contro il Cesena nella sfida in programma alle 16,30. Il tecnico ha rilasciato delle dichiarazioni ai canali ufficiali giallorossi.

L’emozione è stata più che altro il primo giorno, quando sono entrato per la prima volta dentro Trigoria. È stata veramente un emozione, difficile da spiegare per quello che provavo in quel momento. Poi una volta che mi sono tuffato sul lavoro quotidiano, sui ragazzi, su quello che c’era da fare l’emozione è stata superata e il gruppo mi ha colpito come ho già sottolineato in precedenza, in maniera piacevole. È un gruppo che ha lavorato quotidianamente con grande concentrazione e soprattutto ha cercato sempre di mettere in pratica quelli che erano gli allenamenti svolti e il bilancio è sicuramente positivo. Da sabato iniziamo il campionato e i punti cominciano a contare. La crescita di ogni singolo ragazzo deve andare di pari passo con la prestazione“.

Perché un precampionato affrontando squadre professionistiche?
“È una scelta dovuta alla crescita che volevo vedere dai ragazzi. La squadra ha approcciato bene al lavoro, giocare contro adulti ha messo in evidenza sia le cose positive che quelle che dovevamo necessariamente migliorare. La strada tracciata è quella giusta, dobbiamo seguirla in maniera veloce perché il calcio non aspetta”

Prima partita contro il Cesena: cosa vi aspettate?
“È un gruppo che lavora insieme da anni, l’allenatore è il solito con cui hanno raggiunto la doppia promozione. Ci sono ragazzi di talento e dobbiamo tenere le antenne dritte”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera