Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Stadio a Pietralata, si va avanti: i ricorsi non fermano il progetto

I passi avanti nel percorso che porta allo Stadio della Roma a Pietralata

Mancano pochi giorni alla presentazione in Campidoglio del progetto della Roma per lo stadio a Pietralata. C’è il più stretto riserbo da parte della società giallorossa, ma indiscrezioni che giungono da Trigoria e che vengono confermate dal Comune indicano la data fatidica nelle prime settimane di ottobre.

I Friedkin continuano a considerare lo stadio di proprietà un asset strategico e attraverso lo studio dei tecnici hanno ritenuto che Pietralata sia l’area più adatta per costruire l’impianto, che non richiede grandi costi per le opere pubbliche. Uno dei vecchi proprietari dei terreni espropriati di quella zona è pronto a presentare il ricorso, rallentando così i tempi per l’approvazione del progetto.

Gli avvocati della Roma hanno raccolto una serie di pareri che fanno essere fiduciosi, ma per cautelarsi il club avrebbe valutato alcune alternative e avrebbe avviato i contatti con una società del gruppo Ferrovie dello Stato per sondare la disponibilità di alcuni terreni limitrofi, sempre a Pietralata.

Da parte del Campidoglio c’è grande fiducia nei confronti dei Friedkin, che hanno mostrato di avere idee chiare e una grande determinazione. Il dossier stadio lo segue direttamente il sindaco, con gli uffici tecnici e l’assessorato all’Urbanistica.

Il problema potrebbe essere risolto, secondo gli avvocati della Roma, dichiarando lo stadio un’opera di pubblico interesse, che necessità di un passaggio in consiglio comunale che in occasione del progetto di Tor di Valle fu molto discusso e tormentato. A quel punto sarebbe il Comune a concedere in prestito alla Roma i suoi terreni per 99 anni. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa