Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Mourinho: “Dobbiamo sopravvivere fino al 13 novembre e fare più punti possibili”

Le parole dell’allenatore giallorosso prima del match della 12^ giornata di Serie A contro l’Hellas Verona

Ospite dell’Hellas Verona al Bentegodi, la Roma ha la possibilità di portarsi al quarto posto in classifica. Prima del match, Mourinho ha parlato ai microfoni di DAZN. Di seguito le parole dell’allenatore giallorosso.

“Dopo la sconfitta di Napoli ovviamente c’è stata un pò di frustrazione e tristezza ma siamo andati ad Helsinki, partita che non potevamo perdere, e abbiamo fatto risultato. Continua la storia degli infortuni, questa volta Spinazzola. Dobbiamo sopravvivere fino al 13 novembre: sopravvivere in Europa e vincere giovedì e sopravvivere in campionato e non lasciare le squadre di altissimo livello volare in alto in classifica.”

Gli infortuni, le scelte si fanno di conseguenza..
“A sinistra non abbiamo problemi: c’è Spinazzola, Zalewski, Vina, El Shaarawy. Ma con tutte la partite, se possiamo avere più scelta è meglio.”

Camara titolare..
“Gioca. E’ importante perchè siamo pochi e l’ultima partita a Helsinki abbiamo giocato a centrocampo con Kumbulla che non è un centrocampista e due giovani, uno ha fatto il suo debutto. Oggi abbiamo in panchina Matic che ancora una volta fa lo sforzo di professionalità per aiutare la squadra, e un altro giovane. In campionato dobbiamo fare più punti possibili in campionato.”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra