Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Zaniolo gioca e sfida un tabù. Matic favorito

Nicolò dal 1′, più Matic che Camara

Neanche il tempo di godersi la qualificazione al playoff di Europa League che la truppa guidata da Mourinho ha dovuto spostare focus ed energie sul derby. Il primo era stato un diktat del portoghese, guai a pensare alla Lazio prima di venerdì. Per le energie, chiedere altrove. La Roma è stanca, come ammesso a più riprese dallo stesso allenatore e da settimane ormai si allena giocando. Ieri gruppo diviso in due, con una seduta di scarico per chi ha giocato in Europa League. Oggi sarà già rifinitura, a porte chiuse e bocche cucite.

Nonostante il tour de force di tre partite in 7 giorni difficilmente Mourinho stravolgerà la formazione. Si va verso la conferma del modulo 3-5-2 con Zaniolo titolare e voglioso di sfatare il tabù derby. Non ha mai segnato alla Lazio e con lui in campo la Roma non ha mai vinto.

Mancini torna dal 1’, insieme a Smalling e Ibanez. A centrocampo Karsdorp confermato a destra e Zalewski favorito su El Shaarawy dall’altro lato, mentre al centro stringerà i denti capitan Pellegrini insieme a Cristante. Rimane una maglia da assegnare, con l’unico vero ballottaggio aperto tra Matic e Camara, con il serbo in vantaggio sul guineano. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa