Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Stadio sempre pieno, ma i risultati non sono all’altezza dei tifosi

Lo Stadio Olimpico oggi risponderà ancora una volta presente. Ma la squadra farà lo stesso?

All’Olimpico, per la Roma, è sempre tutto esaurito: gli spettatori sono stati 371mila abbondanti per le prime 6 partite di campionato e anche contro il Torino ce ne saranno più di 60mila. Ma i risultati non sono all’altezza del tifo, perché solo 4 squadre hanno ottenuto meno punti in casa e sono tutte negli ultimi 5 posti della classifica: il Lecce ne ha conquistati 7, Cremonese e Verona 3, la Samp 2. Mourinho è a quota 9, come il Monza che si è affacciato per la prima volta alla serie A: ha ottenuto 3 vittorie, contro la Cremonese, lo stesso Monza e il Lecce, e 3 sconfitte contro le big, Atalanta, Napoli e Lazio. Le prime della classe viaggiano su ritmi decisamente diversi: il Napoli ha conquistato 22 punti, Milan e Inter 18, la Juventus 17, la Lazio 16, giusto l’Atalanta soffre in casa quasi come i giallorossi perché ne ha conquistati 11.

La Roma è l’unica squadra che ha disputato solo 6 partite all’Olimpico mentre tutte le altre ne hanno fatte 7 od 8. Ma il rendimento casalingo va comunque considerato ampiamente insufficiente, e per capirlo basta contare i ko: sono già 3, quanti in tutto lo scorso campionato. Il Torino, oggi, sembra l’avversario ideale per cambiare marcia. Lo scrive il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa