Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Qatar 2022

Olanda-Ecuador: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni

Scontro al vertice nel Girone A. Le due squadre hanno vinto le rispettive gare d’esordio con il medesimo punteggio

Olanda-Ecuador chiude la seconda giornata del Girone A. I neerlandesi, vincitori nel finale di gara contro il Senegal, sono chiamati ad una prova più convincente e, in tal senso, la sfida contro i sudamericani rappresenta un buon banco di prova. Allo stesso tempo, l’Olanda è l’avversario ideale anche per verificare l’effettiva forza di un Ecuador che ha dominato la gara inaugurale contro il Qatar.

Dove vederla: diretta tv e streaming

Olanda-Ecuador. partita valida per la seconda giornata della fase a gironi del Gruppo A dei Mondiali di Qatar 2022, è in programma alle ore 17 allo Stadio Internazionale Khalifa e sarà visibile in esclusiva in diretta in chiaro su Rai 2. Inoltre sarà disponibile anche in streaming su Rai Play.

Le probabili formazioni di Olanda-Ecuador

OLANDA (3-4-1-2): Noppert; De Ligt, Van Dijk, Aké; Dumfries, Berghuis, De Jong, Blind; Gakpo; Depay, Bergwijn. Ct Van Gaal.

ECUADOR (4-4-2): Galindez; An. Preciado, Torres, Hincapié, Estupinan; Plata, Mendez, Caicedo, Ibarra; Valencia, Estrada. Ct Alfaro

ARBITRO: Ghorbal

ASSISTENTI: Gourari e Etchiali

QUARTO UFFICIALE: Martínez Sorto

The post Olanda-Ecuador: dove vederla in tv, in streaming e probabili formazioni appeared first on Tifosinrete.

Rimani sempre aggiornato sui Mondiali Qatar 2022

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Qatar 2022