Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Damato: “Zalewski-Falcone? Un normale scontro di gioco”

Il presunto fallo ha scatenato molte polemiche nel post partita: un ex arbitro di Serie A spiega la decisione di Marcenaro

Nicola Zalewski Roma

Antonio Damato, ex arbitro di Serie A, ha commentato il contatto tra Zalewki e Falcone avvenuto nel secondo tempo di Roma-Lecce. Ecco il punto di vista dell’ex fischietto a “Open Var“:

Questo per te è un fallo o uno scontro di gioco?
“È molto più uno scontro di gioco. Noi come commissione ci sentiamo di avallare l’operato del VAR, perché vi è un intervento da parte del portiere del Lecce che va a scontrarsi innanzitutto con il suo compagno di squadra e poi entrambi franano su Zalewski. Non vi è imprudenza nell’intervento da parte del portiere, per cui non è passibile di cartellino giallo. Quindi lo cataloghiamo come uno scontro di gioco che viene fuori da una dinamica normale nell’uscita da parte del portiere”. 

Come sarebbe dovuto intervenire per te il Var?
“Se fosse stato fischiato calcio di rigore in campo, il VAR avrebbe fatto il silent check come è stato fatto anche in caso di non rigore. Noi preferiamo che questi calci di rigore non vengano assegnati perché non vi è un’evidenza chiara di un intervento fraudolento da parte del portiere sull’attaccante. Fermo restando che gli elementi in caso di concessione di un calcio di rigore live, a velocità normale, per supportare una decisione di questo tipo da parte del VAR ci sarebbero stati e, quindi, ci sarebbe stato un silent check”. 

In questi casi di episodi così dubbi come ci si comporta?
“Sicuramente il calcio è uno sport di contatto e, quindi, già di per sé si espone a episodi che non sono né bianchi né neri, ma stanno nel mezzo. Quindi, quelli grigi, purtroppo, si espongono a questo tipo di interpretazione, nella quale molto spesso la migliore decisione la prende l’arbitro dal campo. Il VAR interviene solo davanti a un chiaro ed evidente errore. Questo di Zalewski, se l’arbitro avesse fischiato sul terreno di gioco calcio di rigore, il VAR probabilmente avrebbe avuto elementi per fare il check perché ci sono elementi per sostenere la decisione di concedere un rigore. Non essendo, però, una dinamica chiara ed evidente da calcio di rigore da on field review, rimane quello che ha visto l’arbitro”. 

Nel corso della trasmissione inoltre, è stato svelato il dialogo tra il direttore di gara Marcenaro e il Var subito dopo l’episodio: “Per me aveva già calciato, poi non ho visto sinceramente”. Con l’assistente che esclama: “È rimasto a terra ancora”. La sala VAR inizia inizia il check dell’azione tra il VAR e l’AVAR.

Sala VAR: “Mi dai l’immagine quella frontale?”
Sala VAR: “Guarda Ale, non è un contatto. Ma è il portiere che lo prende poi?”
Sala VAR: “No, perché lui gioca la palla”.
Sala VAR: “Per me questo poi diventa un contrasto di gioco, perché va addosso il portiere, colpisce prima il suo difensore. Guarda. E poi vanno addosso a lui, ma diventa quello diventa uno scontro di gioco. Non vedo imprudenza, per me è tutto regolare”.
Sala VAR: “Abbiamo controllato su Zalewski e non è nulla”.

Subscribe
Notificami
guest

11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Thiago Motta
In vista del match tra Roma e Bologna, Thiago Motta ha preferito far partire dalla...
AS Roma
La Roma di De Rossi è arrivata a Trieste e fra poco si dirigerà verso...
Il Monza ha risposto via social a mister Daniele De Rossi, che ha ringraziato i...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...
Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...

Altre notizie