Resta in contatto

Rassegna Stampa

La Repubblica, la Roma ritrova la propria identità

«Abbiamo ritrovato la nostra identità, la squadra in campo sapeva cosa fare». Spiega con questa semplicità, Di Francesco, la vittoria scaccia-crisi contro il Parma (0-2). Tre punti che ossigenano la classifica – meno due la distanza dalla zona Champions – e che, insieme a quelli arrivati la scorsa settimana col Sassuolo, salvano definitivamente la panchina del tecnico giallorosso.

«Abbiamo recuperato giocatori importanti e questo ci ha dato forza – continua l’analisi – la squadra mi è piaciuta e sapevo che avremmo faticato nel primo tempo. Ma nella ripresa siamo cresciuti, tanto. In questo momento non abbiamo un attaccante come Ronaldo che fa 12-15 gol, ma preferirei qualche gol in più dagli attaccanti, che ci aiuterebbe ad avere qualche punto in più. Siamo usciti dai momenti difficili con il lavoro, magari ci si sveglia alle 6 e non alle 7, da solo non sarei andato da nessuna parte. Dobbiamo essere noi a trascinare il pubblico e, come allenatore, so come Roma vive il calcio».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa