Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, buona la prima per la Roma di Ranieri. Unico neo l’espulsione di Florenzi

Dopo una settimana di rivoluzione, la nuova Roma di Claudio Ranieri scende in campo e vince contro l’Empoli. Partita non facile, ma punti d’oro

Dopo una settimana all’insegna del cambiamento, da Di Francesco a Monchi, passando per lo staff tecnico, la Roma di Ranieri 2.0 scende in campo contro l’Empoli, nella prima delle 12 “finali” rimaste per ottenere il quarto poso. La Roma convince sul campo, un po’ meno sull’idea di gioco. Nonostante i tanti infortuni, a cui si aggiunge anche Zaniolo, ma non sembrerebbe essere nulla di grave, i giallorossi trovano la via del gol grazie ad El Shaarawy e Schick. I due, esclusi nell’ultimo periodo, hanno preso sulle spalle la Roma in un momento molto delicato (per l’italo egiziano emozione doppia, vista la fascia di capitano al braccio). Uniche note dolenti la difesa, ancora troppo insicura e disunita (l’autogol di Juan Jesus ne è un esempio); peccato anche per l’espulsione di Florenzi, ingiusta, che è costata al giocatore la squalifica, nel giorno del suo compleanno. Mister Ranieri può ritenersi soddisfatto: “Ero sicuro che sarebbe stata difficile ma devo fare i complimenti alla squadra perché in dieci siamo rimasti compatti”. Ora testa a Ferrara, dove sabato alle 18:00 la Roma sfiderà la Spal: un’altra finale, un’altra partita decisiva per le sorti della Roma.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola